A che titolo mi presento?

Saluti e bici! Il mio nome è Julia ma non sono una criminologa. Questa pagina sta Qui a dirvi che ho Un polpo alla gola e anche un po’ Il buio in sala e Che se continua così tutto il mio blog sarà un insieme di Macerie prime e forse pure di Macerie prime, sei mesi dopo, anche se so Il suono del mondo a memoria.

Insomma temo che possano essere Razzi amari perché anche se ho Un lavoro vero passo spesso il tempo in Pigiama computer biscotti con in mano un Poema a fumetti. Se continua così, senza pulire La casa, Aiuto-Fratelli!, andrà in Frantumi, mi verrà una Monster allergy e il mio compagno Roberto, Amore e sugna (un Santo, riceverà le Stigmate), perderà la Patience e mi spedirà a Pyongyang! Che Triplo guaio! Solo a pensarci mi vengono le Rughe ma Va tutto bene, è Tutto sotto controllo!

Per ora ancora Non è successo niente, non ha preso La distanza e quindi mi dico che è meglio Prendersela comoda, essere Sempre libera e godermi con lui Piccoli momenti d’amore.

Ma basta Vagabondaggi, non ci sono Storie! La mia passione, che dura già da Molto più di nove mesi, la devo ad un’amica, quasi Una sorella, che nel 2017, ne Il giorno più bello, quello del mio compleanno, mi ha regalato Persepolis.

Da lì sono diventata Pazza da uccidere perché Troppo non è mai abbastanza. Sulla mia pelle vivo Lo scontro quotidiano e quando vado in libreria Cambiamo argomento per favore?

In ogni caso Non è mica la fine del mondo e nel mio interiorae ho pensato che Forse l’amore per le Graphic novel, storia e teoria del romanzo a fumetti e del rapporto tra parola e immagine ce l’ho io, ma come me anche Umberto, Cinzia, Sophia, Sabrina, Irmina e altre Femmes magnifiques (davvero In Italia sono tutti maschi?!). E poi, dai, anche A Panda piace…

Inizia dunque unastoria con Un futuro ipotetico, L’enigma, Il circo della vita, La forza della vita. Io sono una persona entusiasta e curiosa e vorrei per il mio blog Un cielo radioso, ma forse è una Chimera.

Caro lettore Non so chi sei, forse Non è te che aspettavo ma, se la mia è La strada giusta, Nelle pieghe del tempo, Ti prego, rispondi, anche Quando si fa buio. Non Fuggire, Non stancarti di andare!

Se invece, Il sacro terrore, phobia, qualcosa qui non ti piace, Dimentica il mio nome! In fondo non abbiamo fatto un Contratto con Dio, non sono L’unica voce e Faremo senza di te… Che poi, pensandoci bene, non ho proprio Niente da perdere.

Ora vado che con La canicola (E la chiamano estate!) ho un Pranzo di famiglia e devo preparare Insalata nizzarda, Papaya salad, Pollo alle prugne e Polpette spaziali con tanto Basilicò. E dopo, già lo so, mi toccherà una sana dose di Taglia e cuci in terrazzo dove regna incontrastata La rivoluzione dei gelsomini

P.S. Antonella Ti chiamo domani!