• Mio caro fumetto... - I gruppi di auto-aiuto di WeWorld
    Letture

    Un’altra via per la Cambogia: WeWorld contro la tratta

    Agli inizi dello scorso febbraio, poco prima del lockdown per il coronavirus, ho seguito Takoua Ben Mohamed nel suo viaggio di quindici giorni in Cambogia. Via social, s’intende. Pubblicava foto magnifiche. Non avevo idea che quella sua esperienza a breve avrebbe dato vita ad un nuovo fumetto: Un’altra via per la Cambogia (BeccoGiallo Editore, 2020). Dopo Sotto il velo, opera prima sui pregiudizi nei confronti delle donne musulmane che lo indossano, e La rivoluzione dei gelsomini, fumetto autobiografico fra i miei preferiti, l’autrice passa al reportage giornalistico. Il messaggio di Un’altra via per la Cambogia è veicolato totalmente mediante il disegno digitale, la tecnica che Takoua Ben Mohamed predilige. Le sue…

  • Mio caro fumetto... - primo piano di Takoua Ben Mohamed all'evento del 27 Luglio 2019 sulla terrazza di Héco a Trastevere
    Eventi

    Un sabato sera con Takoua Ben Mohamed

    Sabato 27 luglio 2019 alle ore 19.30 sulla terrazza di HÉCO a Trastevere, l’Associazione Artwave ha organizzato un talk-aperitivo con Takoua Ben Mohamed, nata a Douz in Tunisia nel 1991, romana di adozione dal 1999 («sono una tunisina de’ Roma»), autrice di Sotto il velo (2016) e de La rivoluzione dei gelsomini (2018), editi da BeccoGiallo. L’aperitivo letterario è stato condotto e moderato da Cristina Cassese, insegnante, specializzata in antropologia e in laboratori didattici su temi afferenti all’intercultura, all’educazione alla relazione di genere, e agli stereotipi sull’alterità. Purtroppo il pubblico non era molto, ma questo non ha impedito all’incontro di svolgersi in maniera più che piacevole. Si è creata facilmente una…

  • Mio caro fumetto... - La famiglia di Takoua Ben Mohamed al completo in La rivoluzione dei gelsomini
    Letture

    La rivoluzione dei gelsomini

    Takoua Ben Mohamed nel suo libro La rivoluzione dei gelsomini (BeccoGiallo, 2018) racconta la sua infanzia in Tunisia, la storia della sua famiglia, vittima delle repressioni del regime di Ben Alì, e di tutto un paese. Takoua è nata a Douz nel 1991, quando la Tunisia viveva i suoi anni più bui. Tre mesi dopo la sua nascita il padre ha dovuto abbandonare il suo paese e la sua famiglia, perché perseguitato politico. Takoua quindi è cresciuta con la madre, i fratelli, i nonni e una gatta ma senza sapere chi fosse il padre. La vita era difficile ed erano sempre sotto controllo. Il ricongiungimento è avvenuto solo nel 1999. Il…