Mio caro fumetto... - Particolare di una vignetta di Presto torneremo a casa
Letture

Fumetti per la Memoria

Negli anni sono stati pubblicati molti fumetti per la Memoria delle persecuzioni e della Shoah, delle deportazioni, dell’internamento dei militari italiani e di quanti, anche appartenuti a schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio e hanno salvato vite a rischio della propria.

Mi fa piacere condividere un elenco che ho iniziato a scrivere in primis per mia utilità, come memorandum e senza alcuna presunzione di esaustività e completezza. Chissà che oggi non sia di interesse anche per altri.

Mio caro fumetto… – La testimonianza di Tobias Rawet in Presto torneremo a casa
  1. Il pugile, Reinhard Kleist (Bao Publishing, 2014)
  2. ‌La porta di Sion, Walter Chendi (Edizioni BD), 2010
  3. Perlasca, Matteo Mastragostino e Miron (BeccoGiallo, 2020)
  4. Charlotte Salomon. I colori dell’anima, Ilaria Ferramosca e Gian Marco De Francisco (BeccoGiallo, 2019)
  5. Primo Levi, Matteo Mastragostino e Alessandro Ranghiasci (BeccoGiallo, 2017)
  6. La Shoah spiegata ai bambini, Paolo Valentini e Chiara Abastanotti (BeccoGiallo, 2016)
  7. L’argine, Marina Girardi e Rocco Lombardi (BeccoGiallo, 2016)
  8. Stalag-XB, Marco Ficarra (BeccoGiallo, 2009)
  9. Ettore e Fernanda. Un’avventura Braidense, Paolo Bacilieri (Coconino Press, 2019)
  10. Noi non andremo a vedere Auschwitz, Jérémie Dress (Coconino Press, 2012)
  11. L’inverno d’Italia, Davide Toffolo (Coconino Press, 2010)
  12. Una stella tranquilla: ritratto sentimentale di Primo Levi, Pietro Scarnera (Comma 22, 2013)
  13. La stella di Ester, Eric Heuvel, Ruud van der Rol e Lies Shipper (DeAgostini, 2009)
  14. Diario di Hanako, Machiko Kiō (Dynit, 2019)
  15. Presto torneremo a casa, Jessica Bab Bonde e Peter Bergting (Edizioni EL-Einaudi Ragazzi,  2019)
  16. Heimat, Nora Krug (Giulio Einaudi editore, 2019)
  17. Anne Frank-Diario, Ari Folman e David Polonsky (Giulio Einaudi editore, 2017)
  18. Maus, Art Spiegelman (Giulio Einaudi editore, 2010)
  19. ‌Il complotto. La storia segreta dei protocolli dei Savi di Sion, Will Eisner (Giulio Einaudi editore, 2005)
  20. Mai più. Per non dimenticare, R. J. Palacio (Giunti Editore, 2020)
  21. Sono figlia dell’Olocausto, Bernice Eisenstein (Guanda Editore, 2007)
  22. Torri di fumo. Una storia di Trieste, Eugenio Belgrado (Lavieri Edizioni, 2012)
  23. Siamo tutti uomini. I colori dell’Olocausto, Francesco Lombardo, Toni Viceconti e Dario Maglionico (La Memoria del Mondo, 2015)
  24. 174517. Deportato: Primo Levi, Giovanna Carbone e Franco Portinari (edizioni la meridiana, 2019)
  25. Auschwitz: un racconto a fumetti, Pascal Croci (Mondadori Comics, 2019)
  26. La brigata ebraica, Marvano (Mondadori Comics, 2019)
  27. ‌Il fotografo di Mauthausen, Salva Rubio, Pedro J. Colombo e Aintzane Landa (Mondadori Comics, 2018)
  28. La guerra di Catherine, Julia Billet e Claire Fauvel (Mondadori Ragazzi, 2018)
  29. Rapsodia in blu, Andrea Serio, (Oblomov Edizioni, 2019)
  30. In Italia sono tutti maschi, Sara Colaone e Luca De Santis (Oblomov Edizioni, 2019)
  31. La bambina nascosta, Marc Lizano, Loïc Dauvillier e Greg Salsedo (Panini 9L, 2014)
  32. Giorgio Perlasca. Un uomo comune, Marco Sonseri e Ennio Bufi (ReNoir Comics, 2011)
  33. Irmina. Quando la guerra ti cambia la pelle, Barbara Yelin (Rizzoli Lizard, 2019)
  34. ‌La seconda generazione, Michel Kichka (Rizzoli Lizard, 2014)
  35. Jan Karski. L’uomo che scoprì l’Olocausto, Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso (Rizzoli Lizard, 2014)
  36. Un sacchetto di biglie, Vincent Bailly, Kris Bailly, Joseph Joffo (Rizzoli Lizard, 2013)
  37. La proprietà, Rutu Modan, (Rizzoli Lizard, 2013)
  38. Anne Frank. La biografia a fumetti, Sid Jacobson e Ernie Colón (Rizzoli Lizard, 2011)
  39. Yossel, 19 Aprile 1943, Joe Kubert (RW Edizioni – Lion, 2015)
  40. La vita che desideri, Francesco Memo e Barbara Borlini (Tunué, 2019)
Mio caro fumetto… – Alcuni dei fumetti per la Memoria

Non ho letto tutti i fumetti enumerati ma ho intenzione di colmare le mie lacune man mano, con il tempo. Di alcuni di quelli che ho già letto ho scritto qui su Mio caro fumetto… (trovate il link al titolo nell’elenco). Di altri scriverò senz’altro in futuro.

Maus, ad esempio, è stato uno dei primissimi fumetti che ho acquistato. L’ho divorato ed è semplicemente straordinario, imperdibile, un pilastro della storia del fumetto, il caposaldo dei fumetti per la Memoria. Irmina lo porto nel cuore, per l’assoluta bellezza delle sue tavole e per le emozioni e le riflessioni scaturite dalla trama. Mi ha tenuta legata a sé, pagina per pagina, fino alla conclusione. La guerra di Catherine è un libro delicato, poetico, dal quale potrebbe essere tratto un film, un misto di finzione, realtà storica e ricordi familiari. E così via…

Mio caro fumetto… – Un esempio dell’arte di Art Spiegelman

Mi riprometto di tenere aggiornato questo “catalogo” man mano che verranno pubblicati altri volumi e sarebbe bello ricevere segnalazioni ed informazioni su titoli che non vi siano ricompresi.

La conoscenza della storia e la Memoria sono le uniche potenti armi che abbiamo per fare sì che gli orrori che furono perpetrati non si ripetano mai più, per riconoscere e combattere i germi dell’odio, ogni tipo di discriminazione, di violenza e d’intolleranza verso “i diversi”, per leggere criticamente il presente e tenere sempre alta la guardia.

Mio caro fumetto… – Una delle straordinarie tavole di Irmina di Barbara Yelin

Di strumenti per la conoscenza fortunatamente ne abbiamo molti e di diverso genere. Saggi, film, documentari, testimonianze, risorse digitali consultabili in internet sono solo alcuni esempi. Anche i fumetti, con tutte le loro peculiarità, entrano a pieno diritto fra questi importanti strumenti.

«Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre»

Primo Levi
Mio caro fumetto… – Ingresso di Birkenau disegnato da Alessandro Ranghiasci in Primo Levi

«La Memoria, è ancora oggi un vaccino prezioso contro l’indifferenza e ci aiuta, in un mondo così pieno di ingiustizie e di sofferenze, a ricordare che ciascuno di noi ha una coscienza. E la può usare». 

Liliana Segre

«L’indifferenza racchiude la chiave per comprendere la ragione del male, perché quando credi che una cosa non ti tocchi, non ti riguardi, allora non c’è limite all’orrore. L’indifferente è complice. Complice dei misfatti peggiori».

Liliana Segre

2 Comments

  • Avatar

    Donatella Bilanzuoli

    Non mi aspettavo questo interesse tramite il fumetto e mi ha preso molto! Sta agli adulti acquisirne conoscenza e renderne fruitori i bambini. Un ringraziamento a tutti gli autori!

    • Giulia D'Angelo

      Giulia D'Angelo

      Grazie Donatella! Sì la Memoria va trasmessa ai bambini che saranno i futuri adulti. Solo alcuni di questi fumetti però sono adatti a loro. Di sicuro sono perfetti dall’adolescenza in su. Sono anche ottimi strumenti per la didattica! A presto e continua a seguire Mio caro fumetto…!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *